Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

sabato 13 dicembre 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Come abbiamo detto poco prima, l'uomo ha abbandonato volontariamente la solidità originale e si è immerso nella voragine della corruzione; per cui ora, o si lascia andare ad azioni turpi o si contamina con pensieri illeciti. Soggetta come pena alla propria colpa, la natura stessa si è posta fuori della natura (culpae suae poenaliter subdita, ipsa iam natura nostra facta est extra naturam)... Consentendo ai vizi, siamo colpiti dalla putredine e tollerando nel cuore le fantasie dei vizi, siamo contaminati dalla sporcizia della polvere. Perciò Giobbe dice: La mia carne è coperta di putredine e dalla sporcizia della polvere (Gb 7,5)...Ci sono molti infatti, dentro la Chiesa, che mentre assecondano l'amore della carne, si corrompono per il fetore della lussuria; e ve ne sono altri che si astengono dai piaceri della carne, ma si immergono anima e corpo nelle attività terrestri (et sunt nonnulli qui a voluptate quidem carnis abstinent sed tamen tota mente in terrenis actibus iacent)...Essi non sono membri sani, perché o vinti dai turpi desideri cadono nella putredine della corruzione; oppure, dediti ad attività terrene si riempiono di polvere. Dica la Chiesa:..In quelli che sopporto come lascivi gemo per la carne in putrefazione, ma in questi che cercano la terra non mi trascino forse dietro una carne sporca di polvere? (In illis enim quos lubricos tolero carnem videlicet putrescentem gemo, in istis autem quos terram quaerentes patior quid aliud quam foedatam pulvere porto?)".

Commento morale a Giobbe, II, VIII, 22.23, Città Nuova Editrice/1, Roma 1992, pp. 631-633.

Nessun commento: