Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

giovedì 15 gennaio 2015

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"La Verità per bocca dei profeti dice: Ha fatto delle mie viti una desolazione e tronconi delle piante di fico; li ha tutti scortecciati e i loro rami sono diventati bianchi (Gioele 1,7). La vigna di Dio è ridotta ad un deserto quando l'anima piena di frutti è desolata dalla cupidigia della lode umana (Dei vinea in desertum ponitur cum plena fructibus anima humanae laudis cupiditate dissipatur). Questa nazione scorteccia il fico di Dio perché, trascinando l'anima sedotta alla bramosia del successo, nella misura in cui la induce all'ostentazione, le toglie la protezione dell'umiltà e la spoglia nuda  perché fino a quando rimane nascosta nelle sue opere buone, è come rivestita dalla protezione della propria corteccia; quando invece l'anima desidera che il suo operato sia visto dagli altri, perde, come fico spogliato, la corteccia che la ricopriva (cum vero mens hoc quod egerit videri ab aliis concupiscit, quasi spoliata ficus eum qui se texerat corticem amisit),...Paolo ricorda che tutto il suo vanto consiste nella testimonianza della sua coscienza perché, non aspirando al favore della bocca altrui, non colloca fuori di sé le gioie della propria vita (Gloriam suam Paulus testimonium conscientiae memorat, quia favores oris alieni non appetens, viate suae gaudia extra semetipsum ponere ignorat)".

Commento morale a Giobbe, II, VIII, 82. Città Nuova Editrice/1, Roma 1992, p.699.

Nessun commento: