Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

martedì 9 febbraio 2016

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Chi sa di non avere da sé ciò che dice, ma di averlo ricevuto da Dio, parla sotto lo sguardo di Dio. Infatti chi, in ogni cosa che dice, non cerca il favore degli uomini, ma volge lo sguardo a Dio onnipotente che è presente, non cerca la propria gloria, ma quella del Creatore. Chi invece sa bene di aver ricevuto da Dio ciò che dice, ma nel predicare cerca la propria lode, parla sì da parte di Dio, ma non sotto il suo sguardo; perché se, quando predica, non si  pone Dio davanti al cuore, lo considera assente.

(Qui scit non se a se habere, sed ex Deo se accepisse quod dicit, coram Deo loquitur quia in omni quod dicit, non humanos favores appetit, sed omnipotentis Dei praesentiae intendit; non suam sed auctoris gloriam requirit. Qui autem scit quidem ex Deo se accepisse quod dicit, et tamen dicendo propriam gloriam quaerit, sicut ex Deo loquitur, sed non coram Deo; quia eum quem cordi suo non proponit cum praedicat quasi absentem putat)".

Commento morale a Giobbe, IV, XXII, 39. Città Nuova Editrice/3, Roma 1997, p. 253.

Nessun commento: