Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

venerdì 23 agosto 2013

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Poiché sarebbe stato meglio non aver intrapreso ciò che è bene, anziché tornare indietro con il pensiero da ciò che si è cominciato ( melius fuerat non incipere, quam ab his quae coepta sunt cogitatione retrorsum redire), bisogna condurre a termine col massimo impegno la buona impresa che, con l'aiuto di Dio, avete iniziato. Non vi distolgano quindi né i disagi del viaggio né le dicerie di uomini maldicenti, ma conducete a termine con ogni diligenza e ogni slancio ciò a cui, con l'aiuto di Dio, avete messo mano, sapendo che una maggior gloria di eterna ricompensa fa seguito a una grande fatica (omni instantia omnique fervore quae inchoastis deo auctore peragite, scientes quod laborem magnum maior aeternae retributionis gloria sequitur").

 (Lettere, VI, 53. Città Nuova Editrice, Roma 1996, p. 373). 


Queste parole Gregorio le scriveva il 23 luglio del 596 ai monaci inviati da lui in Britannia per portare il dono della fede cristiana agli Angli che gliel'avevano chiesto. Quei monaci romani, impauriti dalle difficoltà che avevano incontrato lungo il viaggio, chiedevano di poter tornare indietro quando ancora si trovavano in Gallia (la Francia). Il contesto storico non toglie però nulla al carattere universale del criterio  di discernimento utilizzato dal Papa.  

Nessun commento: