Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

lunedì 22 dicembre 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Che cosa è l'uomo che tu lo magnifichi tanto e a lui rivolgi la tua attenzione? (Gb 7,17). Dio magnifica l'uomo perché lo dota largamente di ragione, lo visita effondendo su di lui la sua grazia, lo esalta onorandolo con le virtù che gli elargisce (Hominem Deus magnificat quia largitate rationis ditat, infusione gratiae visitat, honore collatae virtutis exaltat)...Ma dopo averlo così magnificato, il Signore rivolge all'uomo la sua attenzione... Il santo quindi volga lo sguardo all'immensa divina maestà ma poi riporti l'occhio a considerare la propria debolezza (Vir igitur sanctus immensitatem supernae maiestatis aspiciat, atque ad infirmitatem propriam considerationis oculum reducat). Si renda conto che lo spirito dell'uomo, anche elevato dalla grazia, non può sostenere il giudizio di Dio...Per quanto l'uomo sia reso grande dal dono spirituale, rimane sempre carne;... e il suo spirito, pur elevato alla giustizia, non può sopportare il peso del rigore... Infatti se i tuoi doni, Signore, lo dilatano oltre se stesso, quando tu lo esami con rigore la sua debolezza lo rimpicciolisce (quia etsi hunc ultra se tua dona dilatant, ad inquisitionem tamen tui examinis sua infirmitas angustat)".

Commento morale a Giobbe, II, VIII, 47. Città Nuova Editrice/1, Roma 1992, p.659.

Nessun commento: