Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

domenica 29 marzo 2015

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Siccome siamo tutti vincolati alla colpa, perdendo la giustizia moriamo (quia omnes in culpa ligamur, ipsa amissione iustitiae morimur); veniamo spogliati della veste dell'innocenza che un tempo ci era stata accordata in paradiso (concessa prius in paradiso veste innocentiae nudamur), e per la morte della carne, che ne consegue, veniamo consumati. E così l'uomo peccatore muore nella colpa, è spogliato della giustizia, è consumato dal castigo. E' questa nudità del figlio peccatore che tornava che il padre voleva coprire, dicendo: Presto, portate qui la veste migliore (Lc 15,22). La veste migliore è la veste dell'innocenza, che l'uomo ricevette dalla bontà del suo Creatore e che ingannato dalla cattiveria del serpente, perdette...Conserviamo la veste quando nello spirito osserviamo i precetti dell'innocenza, cosicché mentre la colpa ci spoglia davanti al Giudice, la penitenza ci copre facendoci tornare all'innocenza perduta (Vestimenta quippe custodimus cum praecepta innocentiae servamus in mente, ut cum nos Iudici culpa nudat, ad amissam redeuntes innocentiam paenitentia operiat)".

Commento morale a Giobbe, III, XII, 9. Editrice Città Niova/2, Roma 1994, p. 261.

Nessun commento: