Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

lunedì 28 settembre 2015

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Cè molta differenza tra il verbo dire e il verbo meditare. Talvolta infatti meditare una menzogna è peggio che dirla. Dirla può essere segno di precipitazione; meditarla invece può essere segno di malvagità. E chi non  sa quanta diversità ci sia tra mentire per precipitazione e mentire per calcolo?... Bisogna comunque evitare con grande impegno ogni menzogna, sebbene talvolta si tratti di un tipo di menzogna lievemente colpevole come quando uno mentisce a fin di bene...  Gli uomini perfetti fuggono con ogni cura anche questo tipo di menzogna, fino al punto che non difendono con una loro bugia la vita di un altro preoccupati di non danneggiare la propria anima mentre tentano di portare aiuto alla carne altrui (hoc quoque mendacii genus perfecti viri summopere fugiunt, ut nec vita cuiuslibet per eorum fallaciam defendatur ne suae animae noceant, dum praestare carni nituntur alienae). Noi però crediamo che un peccato del genere venga perdonato con molta facilità (hoc ipsum peccati genus facillime credimus relaxari). Infatti se qualsiasi colpa viene purificata con una successiva opera buona, quanto più facilmente sarà cancellata questa, ispirata dalla bontà, che è la madre del bene operare (Nam si quaelibet culpa sequenti solet pia operatione purgari, quanto magis haec facile abstergitur, quam mater boni operis pietas ipsa comitatur)?".

Commento morale a Giobbe, IV, XVIII, 5. Citttà Nuova Editrice/2 Roma 1994, pp. 631-633.

Qui Gregorio si rivela davvero un moralista sottile che rivela un cuore e una capacità di discernimento davvero grandi.

Nessun commento: