Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

lunedì 11 novembre 2013

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

GREGORIO A ISACIO VESCOVO DI GERUSALEMME

"Siamo venuti a sapere che spesso nascono nella città di Gerusalemme dissensi tra le chiese. La vostra fraternità deve soppesare con cura ogni cosa: correggere con mansuetudine alcuni inconvenienti e tollerare pazientemente altri che non possono essere corretti (et quaedam mansuete corrigere, quaedam vero quae corrigi nequeunt aequanimiter tolerare)...Il nocchiero della nave, quando vede che il vento gli è contro, alcuni flutti li supera tenendo dritto il timone, altri, che prevede di non poter superare, li evita prudentemente virando di lato (inverso cursu prudenter declinat). Così, quindi, la vostra santità plachi la situazione ora reprimendo, ora tollerando, in modo da conservare in ogni caso la pace nella santa Chiesa di Gerusalemme (Sic itaque sanctitas vestra quaedam compescendo, quaedam tolerando mitiget, ut in sancta Hierosolymorum ecclesia pacem cohabitantium per omnia conservet). E' infatti scritto: <Perseguite la pace con tutti e la santificazione, senza della quale nessuno vedrà il Signore>(Ebr 12,14). Nell'agitazione della mente si spegne il lume della retta intenzione (In rixa etenim mentis ipsum lumen clauditur bonae intentionis). Per cui il salmista dice: <Il mio occhio è turbato dall'ira> (Sal 6,8). E che cosa rimane di bene in noi, se perdiamo la pace del cuore (Et quid iam in nobis boni operis remanet, si pacem ex corde perdimus)?"

(Lettere XI, 28. Città Nuova Editrice, Roma 1999, p.99).

Nessun commento: