Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

mercoledì 18 giugno 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Chi desidera consolare un afflitto deve fissare un limite al dolore che assume (is qui afflictum consolari desiderat, mensuram necesse est dolori quem suscipit ponat), affinché non accada che, addolorandosi oltremisura, non solo non rechi sollievo a chi soffre, ma spinga l'animo dell'afflitto alla disperazione. Il nostro dolore deve congiungersi al dolore dell'afflitto in modo tale da sollevarlo con la giusta misura, e non deprimerlo agravandone il peso (Sic enim dolor noster maerentium dolori iungendus est, ut per temperamentum sublevet, non autem per augmentum gravet). Da ciò forse bisogna concludere che gli amici del beato Giobbe, per consolarlo si addolorarono più del necessario (fortasse colligendum est quod amici beati Iob plusquam necesse fuerat, in consolatione doluerunt). Infatti mentre osservavano la disgrazia, ignoravano l'animo di chi era colpito, e così caddero in un lutto esagerato come se l'uomo di tanta fortezza, colpito nella piaga del corpo, fosse caduto anche nello spirito (ac si percussus vir tantae fortitudinis in plaga corporis, etiam a corde cecidisset)". 

Commento morale a Giobbe, I, III, 21. Città Nuova Editrice, Roma 1992, p.261.

Nessun commento: