Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

mercoledì 3 settembre 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Chiunque si assoggetta al cattivo desiderio, subito sottopone il collo libero dell'anima al dominio nell'iniquità. Ma rifiutiamo questo dominio, reagendo all'iniquità che ci aveva resi prigionieri, quando resistiamo alla violenza dell'abitudine e, calpestando i desideri perversi, rivendichiamo in noi contro di essa il diritto della  congenita libertà, percotendo la colpa con il rincrescimento e lavando le macchie di sporco con le lacrime (cum consuetudini violentae resistimus et desideria perversa calcantes contra hanc ius nobis libertatis ingenitae vindicamus, cum culpam paenitendo percutimus et maculas sordium fletibus lavamus)... L'anima così non solo abbandona le cattive azioni, ma le punisce anche con amarissime lacrime e tuttavia, ricordando il male compiuto, si sente terrorizzata a causa della grande paura del giudizio... Infatti resta trepidante e ansiosa, sospesa tra la speranza e la paura, perché sa quanti peccati ha commesso, ma non sa se li ha pianti adeguatamente, e teme che la gravità della colpa oltrepassi la misura del pentimento".
 
Commento morale a Giobbe, I, IV, 71. Città Nuova Editrice/1, Roma 1992, p. 381.

Nessun commento: