Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

martedì 30 settembre 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Chi vede la luce, sa bene cosa pensare delle tenebre, ma chi non conosce lo splendore della luce, loda le cose oscure come se fossero luminose (qui candorem lucis ignorat et obscura pro lucidis approbat)...A torto si considera retto chi ignora la regola della rettitudine; e spesso si considera retta un'asta che non si allinea col regolo (saepe lignum rectum creditur si ad regulam non ducatur); ma quando si confronta col regolo ci si rende conto quanto sia storta, perché la rettitudine riprova scartando ciò che approvava l'occhio ingannato (quia nimirum rectitudo  abscidens increpat, quod oculus deceptus approbabat)".

Commento morale a Giobbe, I, V, 67. Città Nuova Editrice/1. Roma 1992, p.453.


Nessun commento: