Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

venerdì 24 ottobre 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Non si può dire che il nostro cuore sia sano se non è ferito in alcun modo dall'amore di Dio, e quando o non sente l'amarezza del suo esilio, o non prova alcun sentimento di affetto per la debolezza del prossimo. Dio in questi casi ferisce per guarire. Infatti egli colpisce con le frecce del suo amore i cuori insensibili, rendendoli subito sensibili con l'ardore della carità (amoris sui spiculis mentes Deus insensibiles percutit, moxque eas sensibiles per ardorem caritatis reddit). Del resto anche la sposa nel Cantico dei cantici diceva: Sono ferita d'amore. L'anima falsamente sana... colpita dalle frecce dell'amore e ferita nei suoi affetti più intimi, arde dal desiderio della contemplazione e così essa, che prima pareva sana ma era morta, diventa, grazie a questa ferita, meravigliosamente viva (percussa  autem caritatis eius spiculis, vulneratur in intimis affectu pietatis, ardet desiderio contemplationis et miro modo vivificatur ex vulnere quae prius mortua iacebat in salute)". 

Commento morale a Giobbe, II,VI, 42. Città Nuova Editrice/1, Roma 1992, p.515.

Nessun commento: