Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

venerdì 14 novembre 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Quelle cose che prima l'anima mia non voleva toccare, adesso, nel bisogno, sono diventate il mio cibo (Gb 6,7). Il giusto via via che progredisce, mentre prima badava solo ai fatti suoi e non era disposto a portare i pesi degli altri...quando si dispone a tollerare la debolezza del prossimo diventa capace di affrontare le avversità (mens enim iusti proficiens quae prius...ferre aliena fastidiebat...cum ad toleranda proximi infirma se attrahit ad adversa superanda convalescit)... Col suo piegarsi verso il prossimo, acquista la forza di stare diritto, inchinandosi si distende, e con la compassione si rafforza (Inclinatione namque sua erigitur, attractione tenditur, compassione roboratur); e quando si dilata nell'amore del prossimo, concentra, con questo esercizio, le forze per innalzarsi verso Dio (cumque se in amorem proximi dilatat quasi ex meditatione colligit quanta fortitudine in auctorem surgat). La carità che ci rende umili e compassionevoli ci solleva infatti ad un più alto grado di contemplazione (Caritas namque quae nos ad vim compassionis humiliat, altius in culmine contemplationis levat)".

Commento morale a Giobbe, II, VII, 18. Città Nuova Editrice/1, Roma 1992, pp. 357-359.

Nessun commento: