Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

mercoledì 17 dicembre 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Ciò che rimane nascosto quando siamo nel torpore, si rivela più chiaramente quando piangiamo (Saepe quod torpentes latuit, flentibus subtilius innotescit). L'anima afflitta scopre meglio il male che fatto e che non conosceva, e il contrasto interiore le rivela in modo più vero quanto si sia allontanata dalla pace della verità; perché quando è sconvolta sorprende quella sua colpa di cui non si ricordava quand'era sicura di sé. L'amarezza del rincrescimento, che sorge a poco a poco  mette davanti al cuore con rudezza le azioni illecite di cui si vergogna  (Succrescens amaritudo paenitentiae, verecundanti cordi importune ingerit illicita quae commisit), manifesta la severità del giudice contro di esse, richiama le minacce, colpisce l'animo con la paura, lo confonde con la vergogna, rimprovera  e turba la quiete di una dannosa sicurezza (quietem noxiae securitatis turbat)".

Commento morale a Giobbe, II, VIII, 38, Città Nuova Editrice, Roma 1992, pp. 645-647.

Nessun commento: