Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

giovedì 19 febbraio 2015

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Il nostro cuore ci rimprovera nella preghiera quando si rende conto di opporre resistenza ai precetti di Colui che esso prega (Cor quippe nos in petitione reprehendit cum resistere se praeceptis eius quem postulat meminit)...Il rimedio salutare per questo è che quando l'anima si rende conto di essere colpevole pianga per prima cosa nella preghiera (Qua in re hoc est salubre remedium, ut cum se mens ex memoria culpae reprehendit, hoc prius in oratione defleat quod erravit); col pianto laverà la macchia della sua colpa e così nella preghiera il volto del cuore si presenterà puro agli occhi del Creatore (quatenus erroris macula cum fletibus tergitur, in petitione sua cordis facies ab auctore munda videatur). Occorre però che stia bene attenta a non ricadere in quella colpa di cui è lieta d'essersi lavata con le lacrime; se ricade nella colpa che ha pianto, gli stessi suoi pianti non conteranno molto agli occhi del giusto Giudice...Quando piangi il male che hai fatto, non ripetere dunque ciò che piangeresti di nuovo nella preghiera (Cum male gesta defleveris, nequaquam rursum facias quod in precibus iterum plangas)".

Commento morale a Giobbe, II, X, 27.28. Città Nuova Editrice/2, Roma 1994, p.161.

Nessun commento: