Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

martedì 16 giugno 2015

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Dio Onnipotente...regge le cose più alte senza trascurare quelle più umili, ed è presente a quelle più umili senza allontanarsi da quelle più alte (sic summa regit ut ima non deserat; sic imis praesens est ut a superioribus non recedat); rimane nascosto nella sua essenza, tuttavia si fa conoscere nelle sue opere, e si fa conoscere nelle sue opere senza però poter essere compreso dall'apprezzamento di chi lo conosce; è presente rimanendo invisibile (sic adest ut videri nequeat) e, pur essendo invisibile, i suoi giudizi sono sufficienti ad attestare la sua presenza; non si sottrae alla nostra intelligenza e tuttavia vela il raggio stesso con cui si dà a conoscere; inoltre, ci respinge con l'oscurità della nostra ignoranza, in modo tale però da far brillare fugacemente i raggi del suo fulgore al nostro spirito, dimodoché questo, attratto, veda qualcosa di Lui e, respinto, sia preso da tremore; pur non potendo vederlo così come Egli è, esso lo conosce vedendolo oscuramente (et rursum sic caligine nos ignorantiae reprimit, ut tamen menti nostrae radiis suae claritatis intermicet, quatenus et sublevata quidpiam videat et reverberata contremiscat et quia eum sicuti est, videre non potest, aliquatenus videndo cognoscat)".

Commento morale a Giobbe, III, XVI, 12. Città Nuova Editrice/2, Roma 1994, pp.511-513.

Una riflessione molto acuta che sembra analoga a simili riflessioni sul mistero di Dio che si possono leggere in Gregorio di Nissa o nello Pseudo Dionigi!


Nessun commento: