Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

lunedì 14 dicembre 2015

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"La donna vide che l'albero era buono da mangiare, bello agli occhi e piacevole all'aèsetto; prese del suo frutto e ne mangiò (Gen 3,6). Da qui si vede con quanta prudenza dobbiamo controllare lo sguardo....Eva infatti desiderando le cose visibili perse le virtù invisibili. Attraverso l'occhio del corpo subì la preda del cuore, lei che con lo sguardo esteriore perse il frutto interiore. Perciò, per custodire la purezza del cuore è necessario osservare anche la disciplina dei sensi esterni (Unde nobis ad custodiendam cordis munditiam exteriorum quoque sensuum disciplina servanda est). Qualunque sia la virtù che un'anima possiede; qualunque sia la gravità di cui è dotata, i sensi carnali strepitano all'esterno in modo infantile, e se non sono frenati dal peso della gravità e come da un certo vigore giovanile, trascinano l'anima svigorita ad ogni sorta di licenza e superficialità".

Commento morale a Giobbe, IV, XXI, 4. Città Nuova Editrice/3, Roma 1997, p.177.

Nessun commento: