Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

sabato 23 marzo 2013

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"La cura e la provvidenza divina ha disposto che i diversi gradi e le diverse funzioni fossero distinti (distinctos) in modo che, mentre i più piccoli sono rispettosi verso i più grandi (minores potioribus reverentiam exhiberent) e i più grandi sono  affettuosamente premurosi verso i più piccoli (potiores minoribus dilectionem impenderent) risulti dalla diversità un'unica concorde armonia e si eserciti una retta conduzione dei singoli uffici (una concordiae fieret ex diversitate contextio et recte officiorum gereretur administratio singulorum). Il tutto infatti non può stare in piedi senza un grande ordine di questo genere fatto di diversità (magnus differentiae ordo). Che poi la creatura non possa vivere ed essere governata in modo uniforme (in una eademque aequalitate) ce lo insegna anche il modello delle milizie celesti degli angeli. Infatti essendoci gli angeli ed essendoci gli arcangeli, è chiaro che essi non sono eguali, ma l'uno differisce dall'altro in grado e in autorità (differt alter ab altero)...Da qui risulta che la pace e la mutua carità si abbracciano vicendevolmente e rimane ferma l'integrità della concordia nell'amore reciproco e a Dio gradito (pax et caritas mutua se vice complectuntur, et manet firma concordiae in alterna et Deo placita dilectione sinceritas)" (Lettere, V, 59, Città Nuova Editrice, Roma 1996, p. 257).

Un testo come questo, nonostante le obiezioni che potremmo fare, aiuta moltissimo, ancora oggi, a riflettere sulle conseguenze e sulla necessità di rispettare quella <caritas ordinata> che i Padri della Chiesa - al di là del riferimento qui utilizzato da Gregorio Magno alle milizie angeliche -  rintracciavano soprattutto nel Vangelo e che, alla luce del modello proposto dalla Trinità Santa (Unico Dio in tre Persone), permetteva di perseguire, sia pure con fatica, e nonostante le continue prevaricazioni dei <potiores> sui <minores>, sempre denunciate e combattute dai più consapevoli tra i cristiani, la realizzazione di quello stesso modello trinitario nella Chiesa e nella Società senza nessun cedimento al <subordinazionismo> che tanta sofferenza ha prodotto, e continua a produrre, nella storia umana.

Nessun commento: