Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

giovedì 31 ottobre 2013

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA


Gregorio a Leonzio ex Console

"La grande differenza che c'è tra i re degli altri popoli e l'imperatore dei Romani, è che i re degli altri popoli sono signori di servi, mentre l'imperatore dei Romani è signore di uomini liberi (hoc enim inter reges gentium et imperatorem Romanorum distat, quia reges gentium domini servorum sunt, imperator vero Romanorum dominus liberorum). Perciò anche tu qualunque cosa faccia, salvaguarda sempre prima la giustizia, ma poi garantisci in tutto la libertà (unde et vos quicquid agitis, prius quidem servata iustitia, deinde custodita per omnia libertate, agere debetis)... La libertà di coloro che ti sono consegnati da esaminare, deve essere difesa come fosse la tua (libertatem ergo qui vobis in discussione commissi sunt vestram specialiter attendere debetis). E se tu non vuoi che sia fatto dai tuoi superiori torto alla tua libertà, custodisci, onorandola, la libertà di chi dipende da te (subiectorum vestrorum libertatem honorando custodite)...Che cosa credi tu, che, se agiamo con superbia, con crudeltà, disprezzando Dio, ci ingraziamo gli uomini? Assolutamente no....Se poi mi si obietta che non è possibile scoprire le frodi pubbliche senza battiture e senza incutere terrore... La verità è che sogliono passare alle mani coloro che sono a corto di parole e di argomenti (verum est quia solent manibus excedere, qui in sensu et in lingua deficiunt)... Sarebbe vergognoso che io difendessi ciò che prima non mi fosse risultato essere giusto, perché io amo gli uomini per la giustizia, ma non metto da parte la giustizia per gli uomini (ego homines propter iustitiam diligo, non autem iustitiam propter homines postpono)". 

(Lettere, XI, 4. Città Nuova Editrice, Roma 1999, p. 25). 

Nessun commento: