Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

venerdì 21 marzo 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Quando il sacerdote esce fuori verso il popolo deve deporre le vesti con le quali ha prestato servizio all'interno del santuario e indossare altre vesti; perché se resterà nel rigore della sua compunzione, permanendo nell'afflizione che aveva durante la preghiera, non sarà in grado di recepire neppure i termini dei problemi temporali degli altri (si in eo quem orationis tempore habuit maerore perduret, exteriorum verba suscipere non admittit). Infatti se succede questo, cioè se il pastore si rifiuta di ascoltare e soppessare le cose spicciole del quotidiano, come  farà il gregge ad affrontare da solo le sue difficoltà (quid grex de necessariis faciat, si audire atque perpendere et hoc quod praesens tempus exigit, pastor recusat)?... Pensate allora, fratelli miei, quanto sia faticoso il compito di una sentinella, se deve orientare il cuore verso le cose sublimi e subito dopo richiamarlo alle cose più infime (pensate rogo fratres carissimi quantus speculatori labor sit et ad sublimia cor tendere et hoc repente ad ima revocare). Infatti dovrà: da una parte rendere l'animo sensibile alle cose più alte della conoscenza; e dall'altro appesantirlo occupandosi dei problemi concreti e terra terra del prossimo (et in sublimitate cognitionis intimae extenuare animum, et propter exteriores causas proximorum, subito in cogitatione crassescere) ".

Omelie su Ezechiele, I, XI, 28. Città Nuova Editrice, Roma 1992, p. 361.

Nessun commento: