Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

sabato 22 marzo 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Il profeta riceve l'ordine di uscire fuori e di andare in periferia. Cosa significa questo, se non che chiunque predica tanto più largamente riceve la grazia della dottrina, quanto più s'impegna nella fatica della predicazione unicamente per amore del prossimo (tanto largius doctrinae gratiam percipit, quanto se in labore praedicationis ex amore proximorum tendit)? Perciò uscendo fuori viene condotto verso una visione alta. Infatti quando egli illumina la cecità dell'ignoranza presente nel cuore degli altri col servizio della parola, la grazia di Dio innalza anche lui al livello di un'intelligenza più alta (quia unde in alienis cordibus ignorantiae caecitatem ministerio suae locutionis illuminat, inde eum superna gratia in altiori intellegentia exaltat). Siccome però il predicatore non può mai prescindere dalla propria interiorità e deve custodire l'umiltà e la purezza del cuore, è necessario che, dopo essere andato in periferia, rientri in casa, per verificare nella propria coscienza se è coerente con le cose che dice (post campum necesse est ut ad domum redeat, quatenus in his quae dicit qualis etiam ipse sit intra conscientiam agnoscat)... e anche perché il suo animo, entrato in se stesso, riposi in Dio, e non divaghi qua e là, avido di lode e di gloria, in balia di pensieri superficiali (ut apud seipsum in Deo animus quiescat, et non iam per exteriores concupiscentias in appetitu laudis et gloriae cogitationis mobilitate discurrat)".

Omelie su Ezechiele, I, XII, 10. Città Nuova Editrice, Roma 1992, pp.367-369.

Ritroviamo il Gregorio del duplice movimento esterno-interno in cui di fatto consiste la <caritas perfecta> perseguita con coerenza teologica e spirituale.

Nessun commento: