Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

sabato 12 aprile 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Il beato Giobbe, prima lodato dal suo Giudice, è poi da lui abbandonato nelle mani del tentatore; dopo che è stato colpito, Dio lo ricompensa intrattenendosi con lui molto familiarmente. Il che dimostra quanto la prova abbia fatto crescere la sua statura (Beatus Iob...post flagellum Deus dum remunerans familiarius alloquitur, aperte quantum de verbere creverit indicatur). Invece i suoi amici, incapaci di discernere i vari tipi di tribolazione, credettero che Giobbe fosse stato colpito per le sue colpe (Amici vero beati Iob, dum percussionum genera distinguere nesciunt, percussum pro culpa crediderunt); perciò, mentre si sforzavano di dimostrare che Dio l'aveva colpito giustamente, finirono per condannare il beato Giobbe come colpevole. Essi non sapevano che Giobbe era stato colpito, non perché avesse peccati da espiare, ma proprio perché da tale prova ne venisse maggior gloria a Dio (nescientes videlicet quod idcirco flagellatus fuerat, ut pro flagello eius divinae gloriae laus cresceret, non autem ut per flagella peccata quae nequaquam commiserat emendaret)".  

Commento morale a Giobbe, Prefazione, 12. Città Nuova Editrice, Roma 1992, pp.105-107.

Nessun commento: