Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

domenica 6 aprile 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

Nel leggere le Scritture "qualche volta, chi trascura di prendere alla lettera le espressioni del racconto, nasconde la luce della verità che gli si offre (qui verba accipere historiae iuxta litteram neglegit, oblatum sibi veritatis lumen abscondit); e quando a tutti i costi uno vuol trovare in questi testi un significato più profondo, finisce col perdere ciò che senza difficoltà poteva cogliere in superficie (cumque laboriose invenire in eis aliquid intrinsecus appetit, hoc quod foris sine difficultate assequi poterat, amittit)... La  parola di Dio infatti se da un lato impegna con i suoi misteri la gente colta, dall'altro riscalda con la sua immediatezza le anime semplici (Divinus enim sermo sicut mysteriis prudentes exercet, sic plerumque superficie simplices refovet). Con la sua chiarezza offre nutrimento agli umili, mentre con la sua profondità non finisce di stupire gli spiriti più elevati. E' come un fiume, direi, dalle acque basse e profonde, dove un agnello può muoversi liberamente e dove un elefante può nuotare (Quasi quidam quippe est fluvius, ut ita dixerim, planus et altus, in quo et agnus ambulet et elephas natet). Così come lo richiede la natura di ciascun passo si deve opportunamente cambiare il genere della spiegazione: tanto meglio si trova il senso della parola di Dio, quanto più si varia il tipo di interpretazione adeguandosi a ciascun passo".

Lettera a Leandro, 4, in Commento morale a Giobbe /1, Città Nuova Editrice, Roma 1992, pp.87-89.


La Bibbia è dunque un libro universale. Grandi e piccoli trovano ciascuno in essa  il cibo adatto alla propria età fisica, culturale e spirituale!

Nessun commento: