Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

mercoledì 11 giugno 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"E' lecito chiedersi per qual motivo Dio onnipotente affligge così gravemente, quasi disprezzandoli, coloro che sono tanto cari a sé (Intueri libet quid est quod omnipotens Deus quos tam sibi caros in aeternum conspicit, tam vehementer quasi desipiciens affligit). Ma ecco che, mentre considero le piaghe e i tormenti di Giobbe, subito richiamo agli occhi della mente Giovanni Battista...Perché dunque Giobbe viene esaltato dalla testimonianza di Dio e tuttavia viene coperto di piaghe e finisce sul letamaio? Perché Giovanni viene lodato dalla voce di Dio, e tuttavia muore per le parole di un ubriaco, come premio per una danza? ...E' per un motivo chiaro alla pietà dei fedeli (hoc pietati fidelium patet)...fuori li scaccia fino all'abbiezione, per iniziarli dentro fino alle realtà incomprensibili (foras usque ad despecta deicit, quia intus usque ad incomporehensibilia perducit)". 

Commento morale a Giobbe, I, III, 11. Città Nuova Editrice, Roma 1992, pp. 249-251.

Nessun commento: