Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

giovedì 6 novembre 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Chi intende dedicarsi alla contemplazione, prima interroghi seriamente se stesso per sapere quanto è grande il suo amore, perché la forza dell'amore è come una gru che ci tira fuori dal mondo e ci solleva in alto (machina quippe mentis est vis amoris quae hanc, dum a mundo extrahit in alta sustollit). Prima si chieda dunque se, cercando le cose supreme, le ama, se amando le teme, e se sa che le cose che non si conoscono si possono o capire amandole, oppure, se restano incomprensibili, venerandole con timore (si novit incognita aut amando comprehendere aut non comprehensa timendo venerari)...Anzitutto però bisogna che l'anima sia ripulita da ogni desiderio di gloria temporale e da ogni piacere di concupiscenza carnale, perché solo allora si potrà elevare alla vetta della contemplazione (Prius igitur mens ab appetitu gloriae temporalis atque ab omni carnalis concupiscentiae delectatione tergenda est, et tunc ad aciem contemplationis erigenda)" .

Commento morale a Giobbe, II, VI,58. Città Nuova Editrice/1, Roma 1992, p. 535.

Nessun commento: