Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

venerdì 19 dicembre 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"I santi considerando gli arcani celesti con cuore puro, vi anelano ogni giorno con ardore crescente (Sancti autem viri quo mundiore corde caelestium arcana considerant, auctis ad haec cotidie ardoribus anhelant). Desiderano di potersi già pienamente saziare là mentre stanno appena pregustando qualcosa assaporandolo con la contemplazione (parum aliquid ore contemplationis degustant). Vorrebbero non dover più sopportare alcun pensiero proveniente dalla corruzione e con l'intenzione sono già al di sopra di se stessi (intentione iam quidem ultra semetipsos eminent), ma restano tuttavia ancora soggetti ai movimenti incerti della loro debolezza (sed tamen adhuc infirmitatis suae incertis motibus subditi)...D'altra parte non è neppure ingiusto nei loro riguardi il Creatore, il quale col differire i voti dei suoi eletti, li tormenta ma tormentandoli li purifica affinché con la dilazione diventino maggiormente capaci di accogliere un giorno quello che desiderano (crucians purgat ut ad percipiendum quod desiderant quandoque melius ex dilatione convalescunt). Essi poi restano in attesa nell'intima quiete perché, rientrando nel loro cuore, ...raggiungono un segreto delizioso rifugio (ad cor suum redeunt, ibique quasi amoenissum secretum petunt) ".

Commento morale a Giobbe, II, VIII, 40. Città Nuova Editrice, Roma 1992, p. 649.

Nessun commento: