Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

sabato 6 dicembre 2014

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"Un altro, superando la caduta della superbia, ha ormai raggiunto con pieno desiderio un atteggiamento umile, ma vedendo che certuni nella loro superbia arrivano fino ad opprimere gli innocenti, infiammato di zelo è costretto ad accantonare il suo proposito e a tirar fuori la forza della rettitudine, e si oppone ai malvagi non con la sua mansuetudine, ma con autorità (non mansuetudine sed auctoritate contradicit). E spesso avviene che o per amore dell'umiltà rinunzi allo zelo per giustizia, oppure per amore di questa trascuri il suo impegno per umiltà (unde plerumque fit ut aut humilitatis studio zelum rectitudinis deserat, aut rursum zelo rectitudinis turbet humilitatis studium). E siccome non si può conciliare l'autorità dello zelo e l'umiltà del consiglio (Cumque servari simul et zeli auctoritas et propositionis humilitas non possit), l'uomo turbato non riesce a veder chiaro in se stesso e rimane fortemente dubbioso (sibimetipsi homo ex perturbatione incognitus redditur), se nel suo animo sedotto con l'autorità dello zelo non s'insinui la superbia o il pavido torpore non assuma l'apparenza di umiltà".

Commento morale a Giobbe, II, VIII, 9, Città Nuova Editrice/1, Roma 1992, p. 615.

Nessun commento: