Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

lunedì 9 marzo 2015

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"L'orecchio non distingue forse le parole e il palato il sapore del cibo? (Gb 12,11). E' Dio che opera questa meraviglia, per cui l'occhio non ode, l'orecchio non vede, la bocca non aspira il profumo, le narici non gustano, le mani non possiedono l'odorato. E mentre tutto viene regolato unicamente mediante il senso del cervello, tuttavia ciascuno dei sensi non può esercitare se non il compito che per disposizione del Creatore gli è stato assegnato (cum per unum sensum cerebri omnia disponantur, quilibet tamen horum sensus aliud facere non potest, praeter id quod ex dispositione conditoris accepit). Da queste considerazioni di ordine corporale ed esteriore possiamo trarre conclusioni di ordine interiore e spirituale (Ex istis ergo corporalibus et exterioribus, interiora et spiritalia colligenda sunt). Dobbiamo passare da ciò che in noi è noto a tutti a ciò che in noi è segreto e sfugge ai nostri sensi. Sì, occorre osservare che se la sapienza è unica, essa risiede in modo diverso in questo e in quello (Intuendum quippe est quia cum una sit sapientia, alium minus, alium magis inhabitat); ad uno concede una possibilità e ad un altro un'altra e, alla maniera del cervello, si serve di noi come dei diversi sensi...questo riceve il dono della sapienza e quello il dono della scienza, questo parla lingue diverse e quello possiede il dono di guarire (quatenus iste sapientiae, ille scientiae donum percipiat; iste genera linguarum, ille gratiam curationis habeat)".

Commento morale a Giobbe, III, XI, 8. Città Nuova Editrice/2, Roma 1994, pp.197-199.

Nessun commento: