Parco Archeologico Religioso CELio

Parco Archeologico Religioso CELio
".... energia rinnovabile UOMO"

domenica 13 settembre 2015

TESTI E MASSIME DI GREGORIO MAGNO PAPA

"L'occhio dell'adultero spia il buio e pensa: Nessun occhio mi osserverà" (Gb 24,15)....Chi desidera commettere adulterio cerca le tenebre...Nell'unione carnale, l'adulterio non cerca un figlio, ma il piacere. E si può dire che ogni pervertito, essendo al servizio della vana gloria, adultera la parola di Dio, perché mediante la Sacra Scrittura non desidera generare figli a Dio, ma ostentare la propria scienza. Colui che la libidine della gloria induce a parlare, attende più al piacere che a generare vita. E' opportuna l'aggiunta: Nessun occhio mi osserverà, perché l'adulterio che si commette nella mente è ben difficile che l'occhio umano lo scopra. E l'animo perverso lo compie con tanta maggiore sicurezza in quanto non teme di essere visto dagli uomini, che lo farebbero arrossire...L'anima che è spiritualmente unita a Dio, e gli è congiunta come in un letto d'amore nuziale, quando cede a seduzioni perverse lasciandosi condurre alla corruzione della propria fede, è come la moglie di un altro contaminata dal proprio seduttore".

Commento morale a Giobbe, III, XVI,74. Città Nuova Editrice/2, Roma 1994, pp. 565-567.

Nessun commento: